Archivi tag: economia

Il dramma effimero e le terminate stagioni

©Magnus Wennman: Where the children sleep. World Press Photo

©Magnus Wennman: Where the children sleep. World Press Photo

Alla fine dell’estate, comunque la si abbia trascorsa, resta sempre un senso di malinconia. Se poi si è avuta la forza (o la scelleratezza) di leggere i giornali e tenersi informati, tutto viene condito dall’amarezza che non può lasciare indifferenti. Continua a leggere

Annunci

Ponticelli. Il parco dei murales

PARCO_DEI_MURALES_1

Ci sono dei luoghi nel mondo dove a volte la bellezza pare non voglia entrarci. Eppure con passione, dedizione e perseveranza anche in quei posti, con l’impegno di pochi, il bello affiora e cambia gli spazi e a fatica anche gli umori. Continua a leggere


Niente di buono sul fronte orientale

Lithuanian conscripts © Neringa Rekasiute

Lithuanian conscripts © Neringa Rekasiute

Un nuovo spettro si aggira per l’Europa… e, purtroppo (o per fortuna) non è il comunismo ma la corsa agli armamenti che si diffonde nel vecchio continente a macchia di leopardo come conseguenza della crisi ucraina.

Continua a leggere


Assuefazione

Oggi per l’ennesima volta ho trascorso l’intera mia giornata al lavoro, davanti ad uno schermo della cui luminosità sto prendendo colore. Credo di aver trascorso nelle ultime tre settimane in media 13/14 ore al giorno (ininterrotte!), sabato e domenica inclusi. Sono assuefatto. In maniera automatica proseguo ad oltranza su diecimila progetti. Tutto ciò mi sta nauseando, ma non odio il mio lavoro. Continua a leggere


La Caduta di Cesare

Lo spread è schizzato a quota 500, Piazza Affari affonda e la Borsa precipita, i cataclismi climatici non mancano purtroppo, e Berlusconi forse si è convinto (sigh!) … ha finalmente capito che deve lasciare.
Non è un bollettino di guerra. È l’Italia di oggi, 9 novembre 2011 che si sveglia nel solito torpore: stranita come mai e in attesa di una conduzione, di un’indicazione di traiettoria. E intanto in Europa si parla di noi! non bene.
Devo dire che non sono ottimista e credo che siamo di fronte ad una crisi (moderna) senza precedenti (ma forse la mia visione è solo poco ottimistica perchè non ho vissuto gli anni delle crisi passate). Manca di tutto. Dall’etica al rispetto, dalla professionalità all’onestà. Continua a leggere