Archivi tag: christie’s

Quanto vale un Leonardo in salotto

 

© salvator mundi_christies_leonardo

È di 450 milioni di dollari (esattamente 450.312.500 $ inclusi diritti d’asta) il prezzo spuntato a New York da Christie’s dal Salvator Mundi, un olio su tavola di 45,7×65,7 cm attribuito a Leonardo da Vinci.

Continua a leggere

Annunci

Un nudo da 170 mln di dollari

Amedeo Modigliani, Nu couché (Nudo disteso), 1917-18.

Amedeo Modigliani, Nu couché (Nudo disteso), 1917-18.

Era appartenuto al collezionista italiano Gianni Mattioli il nudo rosso di Modigliani (lotto 8° della vendita 3789 – The Artist’s Muse) battuto da Christie’s per 170 milioni di dollari (inclusi i diritti d’asta), confermando l’opera come star della serata al Rockfeller Plaza che ha raccolto un totale di 491 milioni di dollari. Continua a leggere


Di Caravaggio, di aste e di truffe (presunte)

© Christie's auction

© Christie’s auction

Ormai è noto, il Caravaggio (al secolo Michelangelo Merisi da Caravaggio) negli ultimi anni è diventato protagonista assoluto delle cronache artistiche. Non c’è tempo in cui il suo nome non venga associato a nuove ed eccellenti scoperte, a contese e a infondate notizie. La madre dei Caravaggio è sempre incinta e non v’è dubbio che il libello (2012) di Tomaso Montanari abbia colto nel segno con una definizione estensibile ed ininterrotta nel tempo.

È in questi giorni il nome del nostro illustre connazionale è nuovamente innalzato agli onori delle cronache. Due sono gli episodi di cui è protagonista. Continua a leggere


Il giardino di Claude Monet a Giverny e la stagione delle ninfee

Sono costretto a continue trasformazioni, perché tutto cresce e rinverdisce.
Insomma, a forza di trasformazioni, io seguo la natura senza poterla afferrare,
e poi questo fiume che scende, risale, un giorno verde, poi giallo,
oggi pomeriggio asciutto e domani sarà un torrente.
Claude Monet

Claude Monet ritratto nel suo atelier di Giverny

Claude Monet ritratto nel suo atelier di Giverny

A marzo del 1883 Monet decise di stabilirsi a Giverny. Aveva affittato un casolare la maison du Pressoir (che doveva il suo nome ai torchi utilizzati per il sidro) in un territorio ricco di verde alla confluenza del fiume Epte con la Senna, in Normandia, a poca distanza da Parigi. Il maestro impressionista (da una cui opera fu coniato il termine per la nuova arte) aveva 42 anni e poteva già vantare un notevole successo di pubblico e di critica. Continua a leggere


Jeanne

Amedeo Modigliani. Jeanne Hébuterne (1919) © Christie's

Amedeo Modigliani. Jeanne Hébuterne (1919) © Christie’s

Per poco meno di 27 milioni di sterline (26.921.2509) è stato aggiudicato ieri nella sede londinese di Christie’s questo splendido ritratto di Jeanne Hébuterne, la donna, musa, amante e amore di Amedeo Modigliani negli ultimi anni della sua vita. È una tela (cm 54×92) del 1919, l’anno precedente alla sua morte, che raffigura Jeanne, madre di sua figlia (anche lei battezzata Jeanne, unica discendente ufficialmente riconosciuta), valutata già tra le opere migliori dell’artista ed esposta nella prima retrospettiva alla biennale di Venezia del 1922. Continua a leggere