Dalle stelle alle stalle

The-Godfather

Ci mancava un Quarto alla faccenda delle stelle (senza strisce). La purezza era persa! Tutto era partito da un innocuo sottotetto abusivo che aveva smosso vendite e compravendite di voti e di silenzi in un silente e misconosciuto villaggetto di un Sud dimenticato. Poi però la storia s’ingarbugliò poiché a tesserne le trame era stata una longa manus sconosciuta e nota a tutti. Ad un certo punto poi il ciambellano di quel luogo, intuito l’inghippo, interpellò tutta la plètora dei superiori regnanti e a loro chiese aiuto. Il gruppo però non ascoltò e longa manus violò per sempre la purezza delle stelle. Il complice della manus fu scacciato dal villaggio, ma il danno ormai era fatto. Non solo, il pasticcio che né derivò dopo fu anche peggio. E allora un bel giorno arrivò il gruppo degli opposti che accusò con ogni sforzo quanto era accaduto, ritenendo responsabili tutti gli amanti delle stelle. C’era poco da fare: tutti erano colpevoli e dovevano pagare con l’esilio!

Il ciambellano però si difese e chiamò in causa i suoi superiori che negarono di aver mai saputo niente dell’accaduto mentre gli opposti ne chiedevano le teste. Per giorni e giorni l’intero villaggio e tutto il Regno che ospitava il Sud dimenticato fu al centro delle accuse e degli scontri. Il povero ciambellano si ritrovò così tra i due fuochi: gli opposti lo assediarono e i suoi superiori lo abbandonarono e lo dichiararono impuro al punto di essere espulso dal villaggio. Non ci fu rimedio! Fu condannato all’esilio senza possibilità di appello.

La storia suscitò l’attenzione di tutti i messaggeri del Regno che correvano in ogni angolo delle terre abitate per raccontare dell’accaduto e nel Regno non si parlò d’altro. Neppure della guerra feroce e delle tempeste che si stavano abbattendo sull’intero Paese. Niente, non una parola. Solo di stelle e ciambellano.

L’assedio durò settimane e tra lacrime e rinunce i lamenti si levarono con singulti dalla torre, ma poi venne il giorno in cui il povero ciambellano si ritrovò solo nelle stanze gelide e buie, senza neppure una stella e così, mentre Longa manus rideva in silenzio e i suoi superiori si battevano a suon di insulti con gli opposti, l’inerme impiegato dovette arrendersi e lasciare in solitudine il villaggio.

Intanto, fuori, mentre i venti di guerra e i temporali ancora si stavano abbattendo sul Regno, nel reame vicino, durante una sfida alla pallacorda tra due squadre di due fazioni differenti, il capitano dei napolioti insultò quello degli interioti! Pochi furono gli insulti ma di buona sostanza. Il primo offese il secondo apostrofandolo con il peggio che si potesse mai dire. Davanti a tutti (spettatori e messaggeri del Regno che diffusero in lungo e in largo il nuovo e ben più grave accaduto) l’interiota capo fu accusato di avere gli orecchioni!

Un grande …………ohhhhhhhh si levò dal campo: Ce ne erano di persone che vivevano felicemente con gli orecchioni in tutto il Regno e non era il caso di denigrarli come aveva fatto il capitano dei napolioti. In un attimo, anche in questo altro reame del Sud dimenticato ci fu l’assedio. Si fronteggiarono tutti, quelli con gli orecchioni e quelli che non li avevano, quelli stupidi e quelli meno stupidi creando un putiferio che non terminò più, mentre i venti di guerra e i temporali ancora si abbattevano sul Regno.

* * *

Tutto ciò accadde nel Regno in un tempo in cui le banche imbrogliavano i sudditi, le borse crollavano sotto l’impeto dei famosi venti di guerra e ai confini tutti volevano ergere muri, mentre l’imperatore sovrano, unto del Signore, magnificava i progressi del Regno nonostante assembramenti di gufi si profilassero all’orizzonte.

Annunci

Informazioni su lois

https://assolocorale.wordpress.com Vedi tutti gli articoli di lois

3 responses to “Dalle stelle alle stalle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: