(senza titolo) Merry Christmas

merrychristmas

Natale una volta era tempo di bilanci. Oggi non più. Te lo trovi in calendario tra una cosa e l’altra senza farci caso neppure più di tanto se non fosse per la marea umana ed il traffico indecente che osteggia ogni tentativo di fuga.

Manca l’atmosfera. Quella è sparita del tutto. Il mondo è impazzito e Babbo Natale pure ha le sue difficoltà, evitare gli spazi aerei per non essere abbattuto gli complica assai la vita.

Tutti (o quasi, per fortuna) fanno la corsa all’ultimo regalo high tech e la fila infernale per il ciondolino alla moda, mentre fuori di Natale non c’è neppure il clima: latitudine sud, ore 12 al sole sono 17 gradi.

Intanto nelle more di tempo sfogliando il giornale neppure si è sollecitati a ricordare che la festa è alle porte… se non fosse per le polemiche sterili ed inutili su vani e plateali tentativi di rimozione di presepi e affini. In tv di tanto in tanto ritorna il jingle di quella nota marca di pandori che tanto gli è piaciuta e non l’han più cambiata. E poi c’è il solito balzello dei consumi: un giorno son calati l’altro son schizzati, poi appare Tal dei Tali (strombazzate con spocchia) a sostenere la tesi della ritrovata serenità, perché i gufi, si sa, quelli ci sono sempre!

In Francia c’è lo stato d’emergenza e a Roma il Giubileo, la Russia (come d’uopo ormai) minaccia di chiudere il gas all’Ucraina che è ancora in mezzo ai fuochi, ma non interessa più. Obama dal Campidoglio conferma al mondo che siamo in guerra e che il terrore va eliminato. In Siria cade costante la pioggia di bombe (che non sono mai intelligenti). I barconi disperati tentano ancora di raggiungere le coste di un’Europa allo sbando e troppi essere umani –tanti bambini inermi- ancora muoiono nel tentativo di riaccendere la loro labile speranza.

I folli dell’IS che adesso chiamano anche Daesh (così … per smorzare le tensioni!) proseguono la loro anticrociata all’Occidente e si premurano, dalle coste della Libia, di avvisarci che a breve raggiungeranno il Colosseo così da proseguire la loro attività di distruzione e rieducazione del mondo.

Insomma, quest’anno, più del solito, non ci siamo fatti mancare niente… questo ovviamente restando nei massimi sistemi… il nostro microcosmo, in quel del BelPaese, meriterebbe poi un discorso a parte, ma la devastazione etico-culturale e sociale e la drammatica sequenza di violenze che si susseguono senza sosta è sotto gli occhi di tutti. Non ci resta che piangere avrebbe detto Troisi, ma neppure quello occorre più, non ha senso solo dimenarsi e affliggersi restando immobili. Forse, mai come in questi tempi, il vero spirito natalizio dovrebbe aiutarci a farci ritrovare i nostri connotati più umani.

Forse, anziché fare le file ai negozi e ridurre tutto ad un opportuno scambio di regali, rimettere in gioco il rispetto, la dignità e la solidarietà potrebbe produrre maggiori effetti benefici (tanto in economia è dimostrato, siamo talmente rovinati che il Pil per ora non sortirà cambiamenti).

Evitate il traffico, lo stress, l’ansia da prestazione natalizia e godetevi i momenti belli di ogni giornata. Ce ne sono tanti credetemi. Parlate con le persone, scambiate opinioni, pensieri, raccontatevi, magari davanti ad un caffè. Basta poco per uscire indenni ed apprezzare le piccole cose. Non servono i regali high tech, né i ciondolini alla moda. L’amicizia, la passione, l’amore, lo scambio umano sono ineguagliabili. E poi costano veramente niente. Occorre impegnarsi e mettersi umilmente in gioco. Niente di più.

Annunci

Informazioni su lois

https://assolocorale.wordpress.com Vedi tutti gli articoli di lois

18 responses to “(senza titolo) Merry Christmas

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: