Acv Acv 19

Acv Acv
19/36 AD INFINITUM
(Metropolitana Linea 1. Toledo)

19/36 Ad Infinitum (Metropolitana 1. Toledo)

19/36 Ad Infinitum (Metropolitana 1. Toledo)

È innegabile che tra i pregi della linea 1 della metropolitana di Napoli ci sia il ruolo rilevante nella diffusione dell’arte contemporanea nel contesto urbano e sociale. La città da sempre è stata meta prediletta di artisti che hanno lasciato il segno della loro attività e poi basta ricordare la stagione dell’arte in piazza del Plebiscito, quel tempo di rinascita inaugurato dalla Montagna di Sale di Paladino che nel 1995 mise a contatto i napoletani con i linguaggi del contemporaneo sempre visto con lo sguardo un po’ distaccato preferendo di gran lunga la stagione delle gouaches a quella delle sperimentazioni. Poi però negli anni Sessanta c’era stato il grande Lucio Amelio e con lui ed altri pochi galleristi pionieri arrivarono i marziani Beuys, Warhol, Kounellis, Mertz, Rauschenberg, Twombly e tutti quegli artisti che hanno fatto la storia del contemporaneo nel secondo Novecento, aprendo le porte verso una cultura molto apprezzata in determinati ambienti della buona società. Ma per strada le cose erano diverse. Le persone, sempre tantissime, ne sapevano poco o niente di quei personaggi che stavano scuotendo il mondo dell’arte e della cultura, i passanti al massimo si confrontavano quotidianamente con le vestigia dei Borbone (che per fortuna pure non ci mancano!) ma del contemporaneo non v’era traccia, anche i musei come il Madre, quelli vennero dopo. Poi in un fortunato progetto, in un misto di architettura, urbanizzazione, bellezza e servizi ne è venuto fuori uno dei più bei percorsi di arte che vi siano all’interno di un contesto sociale. Un museo en plein air rivolto a tutti, di facile accesso e gratuita fruizione. È dagli anni Novanta il circuito si è enormemente arricchito di opere e binari e di strada ne ha fatta anche la gente che prima non aveva percezione di cosa accadesse all’interno di quel mondo tanto ostico quanto affascinante. E così oggi mentre si scende sulla scala mobile ci si può specchiare (anche in maniera ignara) in un’opera di Pistoletto o trovarsi a tu per tu con un wall painting di LeWitt oppure ancora a sbirciare tra le auto-scultura di Perino&Vele o perdersi nell’incanto di un murale mosaicato di Kentridge che da solo è un viaggio nella nostra turbolenta storia attraversata finanche dai reperti archeologici delle mura seicentesche.

E poi sempre a Toledo, scendendo nelle viscere della stazione progettata dall’architetto catalano Oscar Tuquets Blanca si viene avvolti dal blu prevalente che ha il colore del mare (pure presente tra le opere) e del cielo che si può immaginare ben oltre il Crater de luz quel cono che scende per 40 metri fino alle profondità più remote del corpo vuoto e martoriato, sorprendente e materno di questa città. Col naso all’insù si ha la sensazione di guardare nell’universo stellato grazie anche all’intervento di Robert Wilson che con 144 led ha creato armonie luminose che si fondono all’architettura.

Il fascino è incomparabile e si percepisce. Bastano pochi passi per allontanarsi dal caos delle strade per ritrovarsi in un luogo che ci accoglie nell’arte e nella bellezza che ci viene incontro senza nulla chiedere in cambio, perché lei è già lì ed anche noi lo siamo, diretti verso le nostre case, gli uffici ma coccolati da quell’aura che ci dispone con l’animo verso la meraviglia e la creatività, alleviandoci seppur per pochi istanti dei nostri pensieri, distratti così come sono dalle opere.

C’è poco altro da aggiungere se non che forse troppo spesso quest’educazione semplicemente e gratuitamente indotta, non da tutti è apprezzata ed episodi di vandalismo si susseguono nella più assoluta ed inspiegabile mancanza di rispetto. Ma poi per fortuna basta per un po’ ritornare all’aria aperta. Uscire da una sola di quelle fermate per ritrovarsi anche lì ancora circondati da altri interventi artistici che sembrano volerti far proseguire lungo quel tracciato di inenarrabile ed inevitabile bellezza.

Annunci

Informazioni su lois

https://assolocorale.wordpress.com Vedi tutti gli articoli di lois

11 responses to “Acv Acv 19

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: