Con largo anticipo

calendario
Prendere un caffè di buon mattino l’11 di novembre circondato dalle decorazioni natalizie con tanto di albero addobbato e spruzzato di neve finta mi spiazza e inquieta.

Sarà che ricordo con piacere le lunghe attese di quando ero bambino e la voglia di strappare i foglietti coi giorni del calendario per arrivare alle feste, ma questo anticipare di gran carriera proprio non mi convince. E non credo sia un beneficio neppure per il commercio che dilata ampiamente i tempi confondendo e disperdendo gli entusiasmi.

Ritrovarsi a Natale ai primi di novembre mi sembra davvero eccessivo di questo passo ci ritroveremo con i coriandoli di carnevale e le uova di Pasqua già il 2 gennaio per anticiparsi sugli altri.

Tutto questo rincorrere il tempo è forse un voler colmare il vuoto che ci circonda? Un luogo fatto di approssimazione e di niente che non lascia spazio per guardarsi intorno e ricordarsi che l’11 novembre è l’Estate di San Martino!

Annunci

Informazioni su lois

https://assolocorale.wordpress.com Vedi tutti gli articoli di lois

45 responses to “Con largo anticipo

  • ilmiosguardo

    Concordo con te la nausea per tutto questo anticipare: m’è capitato di vedere decorazioni natalizie alla fine di ottobre. 😦
    A me tutto ciò fa venir voglia di ignorare tutto, di rifiutare tutto questo consumismo sfrenato e insulso.
    Così come evito di principio di fare la spesa durante le aperture domenicali (sia natalizie che durante l’anno):
    se non ci sono soldi in tasca col cavolo che tenendo sempre aperto (di questo passo manca solo che tengano aperto di notte) le personecomprano di più 😦

    Hai ragione pure sul fatto del tempo e del vuoto, Lois. 😦
    Grazie!

    Buona settimana Lois
    con un sorriso
    Ondina

    Mi piace

  • luna

    Spirito Natalizio con largo anticipo. Non concorda con il tempo, qui sembra estate.
    Luna

    Mi piace

  • elena

    Hai perfettamente ragione, dalle Alpi alle Piramidi è un disperato tentativo di richiamare clienti utilizzando le feste invece dell’inventiva e dell’immaginazione. Il risultato sarà il solito flop commerciale e la fine delle festività (questo lo spero io)

    Mi piace

  • Tratto d'unione

    L’estate di San Martino, e oggi, miracolosamente, nonostante gli stravolgimenti climatici, una mattina di sole in mezzo a giorni di pioggia a ricordarci che la terra è potente. 🙂

    Mi piace

  • tiZ

    tutto questo rincorrere il tempo, precorrere i tempi… e intanto tutto passa e non ci godiamo nulla..

    Mi piace

  • spirale

    hai ragione! Ormai tutto si deve anticipare….bisogna sempre rincorrere qualcosa altrimenti se ci si ferma….ci si sente “persi”! Ma quanto è bello però ogni tanto fermarsi….e guardarsi intorno, riflettere sulla propria esistenza! Ormai il mondo ha bisogno di essere caotico, forse per dimenticare le tristezze e le insicurezze!

    Mi piace

  • Nicoletta De Matthaeis

    Anche qui il Natale comincia sempre più presto. Oggi piove a dirotto. Le strade del centro stanno già vedendo i primi addobbi natalizi mentre i dolci tipici è già da un pezzo che sono in vendita. Non lasciano un attimo di respiro!!

    Mi piace

  • Branoalcollo

    come hai detto tu, sì è un modo per stordirci con altro, presi come siamo da tasse, problemi economici, però è vero che Novembre è un mese di transizione, e di riflessione, volente o nolente, e l’idea di ri-programmare il nostro futuro con qualche promessa in più fa sempre bene, ciao Lois 🙂

    Mi piace

  • tramedipensieri

    Tutto questo perchè ci trattano da consumatori.
    Dietro c’è il vuoto delle ricorrenze.

    Mi piace

  • ellagadda

    Se penso che a breve i negozi proporranno i look per il Capodanno…
    Quasi quasi prenoto le vacanze per luglio, va’! 😀
    Purtroppo il mercato lo sa fin troppo bene che, crisi o non crisi, il Natale vende, perché comunque devi fare dei regali, perché comunque devi fare il cenone, e la settimana bianca, e il veglione… Siamo cretini, si può dire?

    Mi piace

  • TADS

    ciao Lois,
    il business chiama ma il popolo non risponde, in periodi come questi ci si attacca un po’ a tutto per sopravvivere, intendo commercialmente, decorazioni e luminarie natalizie forse servono ad addolcire l’amara pillola e a distrarre i bambini, credo.

    Mi piace

    • lois

      ciao Tads sicuramente è tutto strumentale per favorire gli acquisti, ma lasciando da parte la cultura, la tradizione etc… trasformando tutto solo in business o presunto tale non credo si raggiungano proficui risultati!

      Mi piace

      • TADS

        loro ci provano, i commercianti sono alla disperazione, non me la sento di biasimarli, pensa che qui a Torino anni fa qualcuno propose di mantenere le luminarie natalizie in centro per tutto l’anno, proposta caduta nel vuoto col sopraggiungere delle ristrettezze economiche. Comunque un vantaggio c’è, anticipare la campagna natalizia degli acquisti significa, credo, anticipare anche i successivi saldi, almeno, così ho letto da qualche parte.

        Mi piace

  • sijmadicandhapajiee

    “Tutto questo rincorrere il tempo è forse un voler colmare il vuoto che ci circonda?”

    Inseguire il domani ci distrae dall’oggi. Questo è uno degli errori che mi rimprovero maggiormente e che, ahimè, non riesco ancora a cambiare.
    Applicalo a 60 milioni di persone…

    Mi piace

  • edp

    E i diari scolastici in commercio a giugno, vogliamo parlarne??

    Mi piace

  • cacciatricedisogni

    Il vero senso del Natale, non lo sento più da tempo. Il più delle volte è la fiera dell’ipocrisia. I regali da fare, il pranzo e il cenone,
    trovarsi coi parenti che durante l’anno non si vedono quasi mai, sfoggiare sorrisi di circostanza… Il capodanno… Personalmente non vedo l’ora che questo tipo di feste finiscano presto, Il messaggio del Natale è ben diverso. Per me conta donare
    il proprio tempo alle persone care, ascoltarle con sincero
    affetto, se è questo di cui hanno bisogno. Anche un abbraccio fatto col cuore, nel momento giusto, penso sia uno dei regali più preziosi.
    Ignoro i negozi che hanno già esposto da ottobre tutto quello che
    ricorda il Natale. Bel post Lois, mi trovi come sempre d’accordo,
    buon tutto.

    Lori

    Mi piace

    • lois

      Ciao Lory probabilmente siamo accomunati per generazione, qualcuna fa! Che ci ha permesso di vedere qualcosa di meglio dell’osceno presente!è vero che tendiamo a vedere sempre il bello in quello che abbiamo vissuto nel passato… Ma quello che abbiamo vissuto noi è stato sicuramente un tempo migliore!

      Mi piace

  • ili6

    Oggi 11 novembre, San Martino si chiude l’autunno (agricolo), si aprono le botti e si apre anche la stagione invernale e con essa l’attesa delle festività natalizie. Oggi è anche la festa delle lanterne che, per tradizione europea, si accendono da oggi e ogni sera nelle case in ricordo del sole estivo e fino a Natale. Per assurdo che a noi sembri,oggi inizia il lungo periodo del Natale, come da antica cultura. Non è San Nicola, ma è San Martino che apre le “danze” natalizie. Intanto iniziano a ballare i commercianti e pian pianino anche un giretto di valzer (un fiocchetto rosso e dorato sulla porta di casa, ad es) lo faremo un po’ tutti.

    Mi piace

    • lois

      Grazie dell’aneddoto, non lo conoscevo “l’autunno agricolo”. Sicuramente tra un po’ saremo in aria natalizia… ma oggi l’albero di natale innevato e decorato con le lucine mi sembra veramente troppo!

      Mi piace

  • bumpyclimb

    Che poi parlando i meri termini legati al consumismo mi viene anche l’ansia … a dicembre un potenziale regalo scelto potrebbe essere già esaurito, ma se lo comprassi ora forse a dicembre costerebbe la metà…
    Concordo con te..credo che diluire in modo così esagerato il tempo diluisce anche l’eccitazione dell’attesa.. la smorza..

    Mi piace

  • roceresale

    È eccessivo. E in tivù ha comincito Ikea. Brrrrr.

    Mi piace

  • iraida2

    Mah, io ieri giravo in centro e ho notato questa voglia di “anticipo” ma, osservando i commercianti, l’ho attribuita ai tempi magri, alla crisi,insomma. Certo è che è un momentaccio!!
    Saluti e baci, Luigi!!!

    Mi piace

    • lois

      Ciao Iraida, molto probabilmente è un’anticipo “forzato” dalla magrezza dei tempi ma a monte manca la materia prima e la politica non sta facendo nulla per rimodulare le entrate e riadeguarle ai nuovi livelli di vita. Si parla, si straparla e s’inventano storie che non stanno nè in cielo nè in terra… e intanto fuori si fa davvro Natale!
      Un abbraccio a te

      Mi piace

  • marco

    Quand’ero bambino attendevo con trepidazione il giorno della vigilia.
    Mio padre avrebbe destinato il suo tempo a me.
    Saremmo andati nel bosco a tagliare l’albero, lo avremmo poi insieme alla mamma addobbato con stecche di cioccolato, caramelle, torrone, mandarini e delle palline rigorosamente di vetro dipinte a mano, non mancavano le candele, le quali con la loro fiamma riscaldando le punte dei rami regalandoci quel caratteristico profumo di resina calda.

    Amavo la vigilia, era l’attesa del sabato del Villaggio, era la speranza…

    Oggi, non è più così, abbiamo tutto, ma è come se fossimo orfani di quel mondo incantato.

    Mi sento orfano dell’odore delle resina di quel tempo.

    Ciao Lois e visto che ci siamo buon Natale…(con largo anticipo)
    ahahahh!!!
    mt

    Mi piace

    • lois

      Caro Marco non ho vissuto il profumo della resina ma immagino che quel tempo fu migliore, per la sola semplicità e purezza delle cose normali! Ricambio con affetto gli auguri 😉

      Mi piace

  • Roberto Emanuelli

    Questo anticipare, questa rincorsa senza un domani, ecco, fa perdere il senso di ogni cosa, il natale ha senso ha natale. Se ancora ce l’ha, un senso.

    Ciao lois, sempre bello passare qui da te. Dovrei venirci molto più spesso 🙂

    Mi piace

  • Stefano

    Non so se solo quest’anno abbia notato questa cosa, ma effettivamente mi sono reso conto che già nelle prime due settimane di novembre qualche centro commerciale era partito in tromba con le “veline” natalizie. Come dire: preparatevi, in un soffio vi ritroverete tra stelle di Natale, alberi e zampogne. Andando avanti così, andremo sotto l’ombrellone ad agosto vestiti da Babbo Natale!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: