Acv Acv 13

Acv Acv
13/36 YELLOW RAIN
(Un muro artistico)

13/36 Yellow Rain (un muro artistico)

13/36 Yellow Rain (un muro artistico)

Napoli – lo sappiamo – è una città d’arte. La creatività si respira in ogni luogo. Qui il palcoscenico si fa per strada ed ogni vicolo con i suoi colori, i suoi volti e il suo vociare è materia pura per ogni artista. Brani della quotidianità con Eduardo, sono divenuti capolavori teatrali mondialmente riconosciuti. Chi è nato a Napoli può comprenderla questa inclinazione, può sentirsene parte. È questo che si respira in ogni anfratto mentre le mura tessono le trame di opere originali e poderose. Basta voltare l’angolo per ascoltare un pianino o un tenore che intona note d’altri tempi (quelli del tesoro canoro partenopeo) con una performance ad alto livello, mentre qualche metro più avanti c’è un gruppo musicale, con archi e fiati a seguito, segno che il Conservatorio non è poi troppo lontano. E poi ci sono graffiti e pitture ovunque. Quelli leciti e quelli deplorevoli che offendono la dignità dei luoghi e dei monumenti, inficiandone il valore della propria storia.

Ma a Napoli è così, e tra un intervento storicizzato di Ernest-Pignon-Ernest ed un presunto Banksy, tra i colori brillanti e riconoscibili di Cyop&Kaf e nuovi Tag che ti seguono ovunque, capita un giorno di imbattersi in un semplice muro, di un palazzo qualsiasi, dove una macchia di cemento assume la forma di nuvola e una striscia di vernice gialla scende fino a terra e percorrere il suolo per delimitare un posto auto condominiale.

Forse bisogna avere uno sguardo curioso e un po’ ingenuo per riconoscere forme laddove non ci sono e non sono state programmate, proprio come quando si è piccoli e ci si stende sul prato per ammirare le nuvole che si muovono nel cielo diventando ogni volta un soggetto diverso.

In questa città ogni strada ospita immagini che poi diventano parte del luogo. Macchie di vernice, scritte, nomi, frasi e vecchi manifesti che tenaci resistono negli anni, come i décollages neo-Dada, così che alcuni spazi sembrano essere fermi nel tempo, senza progredire. Gli anni trascorrono in fretta, catapultandoci verso nuove tecnologie in un futuro sempre troppo veloce, ma poi basta arrivare in uno di quei quartieri ed essere riassorbiti in altri tempi, dove tutto resta immutato, finanche negli sguardi e nelle voci.

Ma forse è proprio questo il segreto di Napoli, la capacità di restare immobile in una dimensione che appartiene solo a noi, nel bene e nel male, dove tutto scorre, Pánta rêi, ma noi, contro ogni legge della fisica, siamo un punto fermo, che non si rinnova mai del tutto.

Annunci

Informazioni su lois

https://assolocorale.wordpress.com Vedi tutti gli articoli di lois

5 responses to “Acv Acv 13

  • dafnevisconti

    Caro Lois, l’ultimo periodo del tuo post descrive benissimo l’atmosfera che si avverte a Napoli. Io, nel mio post Appunti su Napoli (http://libriearte.wordpress.com/2013/01/01/appunti-su-napoli/) ho parlato di “corpo unico”, “unico organismo” e credo che quel mio concetto (provato materialmente sul posto) corrisponda a quello che hai spiegato così bene.
    Questo tipico caldo di giugno mi fa ricordare il mio secondo passaggio a Napoli nel giugno di un anno fa. Valeva la pena, dopo esserci stata in ottobre, conoscerla durante i primi caldi d’estate.

    Mi piace

  • tramedipensieri

    L’albero di cioccolato.

    Mi piace

  • ili6

    Sinceramente non ho mai amato i murales, nemmeno la street art che spesso nasce come espressione artistica di denuncia sociale. Forse perchè già disturbata da tutte quelle macchie e scritte forti, deplorevoli che imbrattano monumenti e muri. E’ vero però che mi è capitato di vedere in giro per il mondo qualche murales o muro artistico valido, di gradevole impatto e di leggere scritte divertenti e intere dediche d’amore, a tratti, a puntate, segna- percorsi.
    adattarci alle mode e alle tecnologie, dici. Sì, ma non è facile.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: