Città raccontate: Napoli n. 5 (Piazza San Domenico)

20130820-215738.jpg

Piazza San Domenico. Il centro di Napoli

A piazza San Domenico Maggiore si consumò il più efferato omicidio d’amanti, dopo quello di Paolo e Francesca. Nel palazzo De Sangro, quello che fu poi del famoso principe Raimondo, nel Cinquecento, abitava un altro principe, Carlo Gesualdo da Venosa, uomo di cultura e madrigalista di fama mondiale.

All’età di vent’anni, il 28 maggio 1586, con la dispensa papale, sposò la cugina Maria D’Avalos che di anni ne aveva ventiquattro. Le trionfali nozze si celebrarono nell’adiacente chiesa di San Domenico Maggiore, ricco scrigno d’età gotica, già custode delle arche dei sovrani aragonesi e degli affreschi trecenteschi del Lorenzetti, nonché, scuola di formazione per San Tommaso d’Aquino.
Maria, la sposa ben presto si invaghì del Conte d’Andria, Fabrizio Carafa e di lui divenne amante. Non vi era ostacolo che impedisse i loro incontri se anche il palazzo di famiglia fu alcova per la loro…

View original post 384 altre parole

Annunci

Informazioni su lois

https://assolocorale.wordpress.com Vedi tutti gli articoli di lois

One response to “Città raccontate: Napoli n. 5 (Piazza San Domenico)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: