Città raccontate: Napoli n. 3 (Le capuzzelle, le anime e la devozione)

20130806-161727.jpg

Le capuzzelle, le anime e la devozione

Che poi a Napoli siamo abituati a condividere lo spazio con i morti. Quelle capuzzelle ci accompognano da una vita. Ci sono due luoghi speciali dove sono custodite le anime pezzentelle; uno è al centro storico, nell’edificio della Chiesa del Purgatorio ad Arco e l’altro è nelle cavità di tufo del quartiere Sanità.
Il tufo da queste parti è l’elemento chiave dell’intera città.
Un materiale che offre una morbidezza alla lavorazione e seppur attaccabile dagli agenti esterni, concede la sua durevolezza da ormai più di duemila anni. È nel Seicento peró (un secolo che ci ha cambiato molto, il tempo degli Spagnoli) che buona parte delle cave viene sventrata per ottenere materiale da costruzione. E così, com’era già accaduto nel passato, si scavava sotto per ricostruire sopra. E questo per un motivo semplice, per economizzare! Da sotto si toglieva la…

View original post 486 altre parole

Annunci

Informazioni su lois

https://assolocorale.wordpress.com Vedi tutti gli articoli di lois

6 responses to “Città raccontate: Napoli n. 3 (Le capuzzelle, le anime e la devozione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: