D’estate. Un pomeriggio

Ci sono delle cose a cui non pensi troppo spesso e che poi d’improvviso ti riappaiono davanti per chi sa quali arcani motivi. Un pensiero, un’immagine, un gesto. E così dopo dieci anni come se nulla fosse accaduto, Lois è di fronte a lei. Bella, forse di più. La donna del cui fascino restò incantato. La donna con gli occhi magnetici e la risata contagiosa.

È caldo, caldissimo in quel di Tor Carbone, eppure in quel locale all’aperto, sotto i rami di quercia e di ulivo è tutto perfetto. Non c’è nessuno, si sente il frinire delle cicale e qualche ape che ronza golosa intorno ai calici di bianco ghiacciato. L’ultima volta che si sono incontrati è stato tanto tanto tempo fa. Ma oggi, tutto quel tempo durato tanto non c’è più. Ci sono le parole che vorrebbero colmare il vuoto, ci sono gli sguardi e tutto il piacere di essersi ritrovati. Intorno non c’è nessuno, non un rumore e le sue risate rinnovano ricordi, episodi, profumi. Il tempo oggi non conta, eppure le lancette scorrono veloci, ma è meglio non pensarci. Insieme a loro, su quel tavolino all’aperto, ci sono le loro vite, i nuovi ruoli e le immagini di un passato del quale sorridere. “Ti ricordi di quella volta che… e di quando andammo…. e di tutto quello che non mi hai detto”. Il suo sorriso è sempre lo stesso e tutte le parole che si dicono hanno un suono delicato e sussurrato. È estate, le cicale lo sottolineano ma sotto quei rami potrebbe cambiare stagione e niente li distrarrebbe.

È un tempo nuovo, pesante di pensieri e ricco di emozioni. È un tempo di bellezza che scorre troppo in fretta. È un tempo da non perdere. È un tempo di cui ora scrivo. È un tempo che ho ritrovato dopo un’ora di treno e che qualcosa mi dice riscoprirò ancora.

* * *

D’estate. Un pomeriggio

Rivedere la luce del lago dei suoi occhi
E ritornarne a bere

Leggere le righe vuote tra i suoi pensieri
Per ritessere le fila

Riascoltare il suono rotondo della sua voce
E riassorbirne le melodie

Muovere le mani come in una danza
Solo per seguire le sue movenze

Comprendere infine, che il tempo
È solo un attimo nella nostra mente.

©lois|08|2012

Annunci

Informazioni su lois

https://assolocorale.wordpress.com Vedi tutti gli articoli di lois

15 responses to “D’estate. Un pomeriggio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: