Prove tecniche di primavera

Avere la fortuna un giorno di poter sottrarre un’ora al tuo lavoro, bello, ma in alcuni momenti insopportabile. Avere poi la fortuna di essere in una città che sembra nuovamente baciata dal sole e soprattutto la fortuna più grande di essere a due passi da uno dei suoi luoghi più belli. Ebbene si, era come la primavera, quando c’è il torpore di quel sole caldo e forte ma ancora limato dalla brezza di un venticello fresco di siberiana memoria.
La primavera è una stagione che ci manca ormai da anni. Come avrebbero detto i miei nonni non ci sono più le mezze stagioni e quelle bellissime fasi intermedie tra l’estate torrida e i rigidi inverni sono quasi del tutto scomparse.
Non ci sono più neppure quelle dolci giornate di sole fresco in cui puoi uscire con la giacca leggera di cotone senza dover necessariamente morire di freddo quando arriva la sera. Non c’è più quella sfumatura graduale, per cui non trovi mai il coraggio di svuotare l’armadio per fare il cambio di stagione e poi puntualmente ti ritrovi ancora col cappotto mentre fuori ci sono ventotto gradi oppure con il pull di filo mentre soffia il maestrale.
Ma in queste prove tecniche di primavera mi sembra proprio di aver avvertito quel passaggio mai brusco verso una dimensione climatica più tiepida. Quella giusta in cui anche i fiori hanno la voglia di sbocciare e gli uccellini di cantare. In effetti e da qualche giorno ormai, che la luce è già radente di buon mattino e nel silenzio irreale della città si odono allegri cinguettii tra le fronde degli alberi.
È la Primavera che si preannuncia, che cerca di riportarci in un tempo più dolce e poetico.


È la stagione nuova che cerca di tirarci fuori da quel brutto e bianco inverno che appena qualche settimana fa ci ha impedito di vedere a colori. È la stagione dei profumi che iniziano ad ammorbidire l’aria che in alcuni tratti (sempre di buon mattino!) è più molle e oleosa di essenza di fiori, di glicini e mimose.
È una nuova stagione che ci spinge fuori, che ci allontana da tutto quell’assuefazione che ci ha raggomitolato nelle scorse e grigie settimane in cui abbiamo abitato silenziosamente i nostri pensieri.
È giunta e speriamo che resti tra noi per un bel po’, proponendoci nuovi pomeriggi di luce e sempre più tenui e divertiti colori che sbocciano ai lati della nostra vita che non potrà che rallegrarsene.
È arrivato il momento di nuovi pensieri, di nuova aria. È arrivato il tempo di accantonare tutti i nostri tormenti e di infonderci di nuovi ottimismi dai più lauti compensi. È arrivata, lo sento. È la primavera.

Nel tepore caldo del sole
lungo sterminati prati in fiore
m’inoltro. La stavo aspettando,
eccola, è giunta la primavera.

Di candide e fresche vesti, treccie infiorate
e di profumi inebrianti s’è abbigliata.
L’aura di luce la circonda, e la stessa
prima trasmessa ora mi avvolge e rido.

E rido e piango e canto e corro
cerco di afferrarla, ma sfugge.
Le sue vesti non si possono accarezzare,
nessuno può farlo, nessuno.

Lei è eterea, leggera, accitante.
I nostri umori, i nostri sguardi
la vorrebbero per sempre.
Ma lei li schiva, li elude e cede il passo all’afa.

Della sua assenza i sogni nostri ne sono invasi,
e la sua danza aerea, fiorita, odorosa
ci lascia sgomenti alle soglie dell’alba
quando la notte fuggiasca si ritrae e ci abbandona.

(Primavera. aprile/maggio 2004)

Annunci

Informazioni su lois

https://assolocorale.wordpress.com Vedi tutti gli articoli di lois

14 responses to “Prove tecniche di primavera

  • tantopercantare

    … e belle queste prove. E’ da che ho ricordi che cerco la prima violetta.

    Mi piace

  • in fondo al cuore

    E’ vero, sta facendo giornate stupende….le giornate si sono allungate….la mattina quando esco per andare al lavoro sta sorgendo il sole….rosso acceso…..la foschia colora tutta la linea dove sorge di rosa….il resto del cielo azzurro…….davvero uno spettacolo…..si sta decisamente meglio…. come clima e come animo! 🙂 Buon fine settimana!

    Mi piace

  • hetschaap

    Davvero. Anche qui a Firenze sembra essere arrivata. E sembra una primavera ‘vera’, quella a cui non siamo più abituati, come dici tu. Perché la luce è diversa ma la mattina fa ancora freddo. Durante la giornata, però, il sole si fa più caldo e si può uscire col giacchetto leggero. Sembra davvero la stagione in cui da piccola mi vestivo ‘a cipolla’! 😉

    Mi piace

  • cacciatricedisogni

    Speriamo che questo sia l’inizio
    della normalità meteorologica,
    quella normalità che rasserena
    e allieta la vista: veder rinascere
    ciò che sembrava apparentemente morto
    e che ora risorge a nuova vita colori
    e profumi, un caro saluto, Lori.

    Mi piace

  • icittadiniprimaditutto

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    Mi piace

  • maria

    amo la primavera forse perche rinasce la natura e si vede ,si sente dal primo memento che lo accorgi …le giornate sono allungate..profumi dei fiori …colori…aria fresca….uccellini..tutto sembra nuovo …senti che vieni dal un sogno profondo e rinasci..risvegliano i sensi…bellissima…felice fine-settimana

    Mi piace

  • labambinacolpalloncino

    Si, sta arrivando… peccato se ne sia accorto anche il mio mal di testa 😦

    Mi piace

  • strangethelost

    Anche qui sta arrivando!! sono già 5 giorni che ci sono delle
    giornate splendide ,peccato che sia prevista ancora pioggia nella mia zona per la settimana entrante!! Qui in Sicilia è sempre così ! Passiamo dall’inverno all’estate più torrida!!Un caro saluto e un sereno fine settimana.Liù 😀
    PS: Anche il mio mal di testa è diventato più frequente 😦

    Mi piace

  • esercizidipensiero

    basta gelare, si sta fuori la sera, fino a tardi, l’aperitivo all’aperto. che meraviglia!

    Mi piace

  • iraida2

    Anche se pioverà e tornerà il freddo (e pare che purtroppo sarà così) questo assaggio di primavera è il ritorno della speranza!
    Un sorriso a te.

    Mi piace

  • mariella54

    Si qualcosa stà cambiando ,già al mattino presto si incomincia a sentire il cinguettio degli uccelli,ho raccolto i primi bucanevi nel bosco ,ma soprattto ho capito che la primavera è alle porte dal profumo diverso ,magari appena appena percettibile che c’è nell’aria,forse è l’aroma dei fiori che stanno per sbocciare, che ancora non vedi ma stanno li sotto un centimetro di terra pronti a sbucare..Ciao

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: