L’inverno bianco, la neve bianca

On ne trouvera jamais son corps, sans doute avalé par une crevasse.
Neige était devenue neige et dormait dans le lit de la blancheur.
Neige. Maxence Fermine (1999)

In queste ore, gran parte del nostro Paese è travolto da tempeste di neve. Ghiaccio e neve nascondono le città e le montagne. Tutto è coperto di bianco. Tutto è distaccato dai propri colori e dalla sua quotidianità naturale. I paesaggi sono belli e tutti morbidi e concavi nelle loro forme ammorbidite. È bello, tutto. Da guardare. Mi rendo conto delle difficoltà che invece tutto questo comporta. L’impossibilità di proseguire con le cose di tutti i giorni, per non parlare poi dei trasporti, delle scuole e soprattutto di tutti quelli (le persone) che non hanno un posto dove andare. Pare sempre poi che di loro ci si ricordi solo durante le bufere.
Tutto è bianco ed ora alle tv ed alle radio (per evitare di incorrere negli stessi errori di sempre) non si parla d’altro. Dalle Alpi alla Sila, passando per l’A1 senza interruzione di sorta. Il bianco della neve, che riflette ogni cosa, modificando i contorni e i confini del mondo ci mantiene sempre distaccati e diffidenti, forse perché inconsciamente avvertiamo il duplice ruolo (quello bello, estetico e quello brutto e pericoloso, dei disagi) che accompagna questo tempo polare. Ai bambini sembrerà tutto più bello e memorabile. I tetti bianchi, gli alberi appesantiti e le scuole chiuse. Per i grandi tutto diventerà caos e complicazioni.
Io di neve in generale, non ne ho mai vista tanta. Nei momenti “migliori” l’ho osservata da lontano sulle cime delle montagne e del vulcano, e per me che sono grande tutto questo è un gran sollievo, ma immagino quanto divertirebbe un paesaggio incantato, tutti quei bimbetti che mi ritrovo accanto.
È la magia della neve. È la magia dell’inverno che copre ogni cosa prima poi di cedere lo spazio alla nuova stagione. Potremo immaginare che col suo manto, questo freddo inverno possa coprire tutte le brutture di questo mondo (quello di oggi che proprio non ci piace) quelle che tra qualche giorno, quando tutta la bianchezza sarà sciolta potrebbe portarsi via.

Tutto questo bianco lo associo musicalmente alla Bianchezza della balena, che con la sua mole, i suoi movimenti tutto può coprire e sconvolgere in pochi istanti.

 

Annunci

Informazioni su lois

https://assolocorale.wordpress.com Vedi tutti gli articoli di lois

11 responses to “L’inverno bianco, la neve bianca

  • hetschaap

    Hai colto perfettamente la sensazione che la neve dà un po’ a tutti, credo. Ed è un po’ una metafora della vita adulta, secondo me. Il fascino che emana dalla coltre bianca non riusciamo a godercelo perché, razionalizzando l’incanto, ne ricerchiamo, inevitabilmente, i lati negativi, quelli del disagio. Non facciamo così anche nell’affrontare la vita, in fondo?

    Mi piace

    • lois

      In effetti mi sembra la tua una giusta osservazione. Non riusciamo mai veramente a guardare le cose solo per quelle che sono. Affidiamo a tutte le nostre percezioni sempre un contenuto riflessivo che in qualche modo ci altera la “pura” visione.

      Mi piace

  • in fondo al cuore

    Il tuo post è molto bello…..da guardare suscita sicuramente emozioni….trovarcisi nel mezzo e dover combattere con 70cm di neve per raggiungere il posto di lavoro con una lastra di ghiaccio pazzesca, il sale probabilmente hannno dimenticato di comprarlo,…..credimi, ne suscita ben altre. Buona giornata….e, tanto per notizia, ha ripreso a nevicare….

    Mi piace

    • lois

      Immagino le difficoltà e da quello che leggo pare che proprio non voglia cessare neppure oggi. La mia visione è ovviamente incantata perché la vivo da spettatore lontano, ma come scrivevo, avverto anche a distanza tutte le difficoltà che nel quotidiano tanta bianchezza può arrecare…

      Mi piace

  • mondidascoprire

    Io penso che la realtà ci impedisca di fermarci, io la vedo così, ogni cosa che accade è una continua provocazione a che noi ci accorgiamo che non ci siamo solo noi e il nostro pensiero, c’è invece un altro con cui dialogare e questo altro è proprio la realtà, allora si tratta di leggere cosa la realtà ci suggerisce di buono per noi, nel senso che veniamo fuori con soluzioni, decisioni..etc.., e questo anche nell’accadere delle cose difficili, disagevoli o impreviste …ed è una scoperta di una parte di noi che altrimenti rimarrebbe assopita.

    Mi piace

  • icittadiniprimaditutto

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    Mi piace

  • Mi....semplicemente

    é bello il tuo post…com’è bella e candida la neve,,,,,ma ti assicuro, solo da guardare. ;-)…da e ne ha fatta 60 cm e non accenna a fermarsi di nevicare e la città è in tilt, non ci sono parole per le disorganizzazioni comunali…..BUONA GIORNATA 🙂

    Mi piace

  • mariella54

    Tendiamo sempre a vedere il lato negativo ci siamo talmente abituati che non sappiamo più vedere la poesia che c’è oltre la realtà materiale.Buona domenica.é bella la neve!

    Mi piace

    • lois

      C’è molta poesia nella neve e nel suo candore, ma leggendo di tutti i disagi che ci sono nel Paese, al lato romantico si contrappone quello pratico che blocca i treni, riduce la mobilità e il lavoro…
      Buona serata

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: