Terzo giorno dell’anno. Cominciamo bene!


Stamattina avrei postato un brano sull’amicizia (se ne avrò tempo, lo farò più tardi!), ma ho sentito forte la necessità di scrivere della primi “mini stangata” di cui io, come tanti, inconsapevolmente da ieri, siamo “vittime”.
Come tutte le mattine, sul presto, anche ieri, 2 gennaio, passo dal mio nuovo edicolante (che conosco da qualche mese) a prendere il giornale, che lui regolarmente mi passa senza ormai neppure chiedermi quale voglio. Pago, saluto e vado via.
Stamattina, ripeto il rito. Vado in edicola, e il giornalaio imbarazzato mi dice che si è accorto solo oggi che il quotidiano che io compro è aumentato di 20 centesimi!… «si dottò, mi dovete scusare ma io non lo sapevo, non mi avevano avvisato e non mi sono accorto!»… «non vi preoccupate, hanno fatto la sorpresa a tutti quanti, neanche io che lo leggo tutti i giorni ne sapevo niente».
«Buona giornata». «Buona giornata».
Ora dico, sarà pure legittimo che – in un momento di crisi, in cui per la carta stampata si profila un momento tutt’altro che positivo (come ho letto ieri in un blog) -, ci sia un aumento per sovvenzionare l’attività e lasciarla proseguire per consentire di tirare ancora avanti alle persone ed alla democrazia; ma tu editore, tu giornale, tu che io (e tantissimi altri) ti compro tutte le mattine ininterrottamente, pioggia, vento, sole, feste e affini… che cosa cavolo ti costa avvisarmi nei giorni precedenti che per l’anno nuovo sei costretto ad aumentare il prezzo di vendita? Hai nello staff intero le migliori penne del Paese e a nessuno ti sei rivolto per mettere insieme due parole per farci convincere delle necessità di questo passaggio o anche solo per avvisarci che nel 2012 il quotidiano costa 1,20 centesimi di euro?
Io leggo il giornale, tutti i giorni (anzi, tutte le sere), e quando non riesco a farlo, lo conservo per i giorni successivi, ma non mi è parso di vedere neppure una riga di servizio in cui si rendeva partecipi noi lettori dell’aumento (lasciandomi anche benevolmente, il beneficio del dubbio, immagino che se lo hanno fatto saranno state due righe nascoste in qualche bella pagina fitta di notizie…).

Scusatemi lo sfogo, non volevo cominciare storta la mattinata, ma a volte basterebbe veramente poco per non “prendere in giro” le persone. Due parole, due righe in bella mostra e magari in prima! sarebbero state sufficienti ad evitare l’imbarazzo del mio edicolante e della mia prima arrabbiatura della giornata!

Annunci

Informazioni su lois

https://assolocorale.wordpress.com Vedi tutti gli articoli di lois

7 responses to “Terzo giorno dell’anno. Cominciamo bene!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: