Letterina a Babbo Natale

Scusate, mi sia concessa. L’ultima credo di averla scritta poco meno di trent’anni fa!

Caro Babbo Natale,
è da un po’ che non ti scrivo, ma ogni anno ti ho sempre pensato, poi un po’ per mancanza di tempo, un po’ per vergogna, ho rinunciato. Quest’anno, mi sono fatto coraggio ed ho impugnato la penna. Immagino che in questi giorni avrai il tuo bel da fare, ma non preoccuparti non ti chiederò molto. Non esprimerò i desideri che avevo da piccolo, quando ti chiedevo di far cessare le guerre, di aiutare i bambini africani, di diffondere la pace… queste cose sono state disattese, evidentemente (con tutto il rispetto parlando!) anche per te sono richieste difficili da esaudire. Quest’anno sarò poco esigente, come il bambino che ero e che non ti ha mai chiesto grandi sacrifici.

Di seguito ti elenco quello che vorrei.

1) Per prima cosa in assoluto, vorrei che terminassero quelle lunghe elucubrazioni sulla Crisi che ci sta devastando moralmente (oltre che materialmente)… vorrei poter non sentire sempre le stesse cose «che sono sacrifici obbligati, ma che tutto poi andrà bene». Rivedere anche i “nuovi protagonisti del governo” nelle solite vetrine televisive credo sia una pena che ci possiamo evitare. Abbiamo atteso trepidantemente che i nostri ex ministri uscissero di scena (e dalla tv) per poi ritrovarci anche i nuovi su quelle stesse poltrone dei talk show… avevamo immaginato che la traslazione televisiva del parlamento fosse giunta al capolinea e poi ci c’è anche il nuovo presidente del consiglio (decisamente di piglio più professionale e rassicurante del suo predecessore) in prima serata? Caro Babbo, fa che questi signori possano lavorare intensamente e quotidianamente Nel Parlamento e con un giusto stipendio al fine di far guarire il nostro Paese, rendendo equa ogni qualsivoglia manovra, riuscendo finalmente a incastrare i soliti furbetti che continuano indisturbati e inattaccati per la loro strada e riattribuendo a noi persone comuni una vita un poco più serena.

2) Vorrei che mandassi a quel paese tutte quelle persone che hanno smarrito il buonsenso e soprattutto l’educazione, il che consente loro di passare senza limiti come un treno sopra tutto e tutti. Ecco a questi personaggi vorrei che dessi loro la possibilità di imparare la cortesia (la famosa crianza) e il valore del rispetto, umanizzandoli e portandoli con i piedi per terra. Se poi proprio non vogliono apprendere queste elementari regole di vita…vorrà dire che dobbiamo restare in attesa di qualcuno che prima o poi arriverà a dare loro una bella lezione di vita.

3) Mi piacerebbe poi poter vivere nella mia città con alcuni accorgimenti che migliorerebbero la vita di tutti. Innanzitutto ti prego di voler comunicare al Sindaco il nome di qualche buona ed onesta impresa per sistemare tutte (e dico tutte) le strade che sono ormai in condizioni indicibili, superando ogni giustificabile degrado: alle voragini onnipresenti e profonde fa che si possano sostituire dei percorsi sicuri e senza rattoppi. Poi caro Babbo, ti chiedo ancora di far si che si possano avere trasporti pubblici più frequenti e soprattutto metropolitane a ciclo continuo, come accade in tutte le città del mondo dotate di questo mezzo. Rendi più civili le persone che sempre più spesso si autogovernano fuori da ogni regola, vivendo una città parallela, appropriandosi di spazi e dimensioni che sono comuni e rendendo la vita più difficile a tutti. Infine, fai il possibile per mantenere sempre il bel sole, perché il clima è forse una delle ultime belle cose che ci è (era) rimasta.

4) Fai che tutti possano trascorrere felicemente questi giorni di Natale

Infine, un’ultima e più difficile richiesta, molto personale e alla quale, è inutile che ti dica io tengo di più.
Vorrei tanto riuscissi a rasserenare la vita e i pensieri di una persona che mi sta molto a cuore. Per la quale vorrei poter fare tutto il possibile e alla quale vorrei poter donare una vita più bella e ricca di emozioni. Condividendole giorno dopo giorno. Scusami se approfitto di questo spazio ma per me è davvero molto importante.

 Ciao Babbo Natale, spero tu possa esaudire questi miei desideri. Ci conto.

PS
Se puoi, fai il possibile per aiutare i bambini dell’Africa e in generale tutti i bimbi del mondo, fai finire le guerre… ti apprezzeri ancora di più!

Tanti auguri a tutti
Somewhere over the rainbow / Skies are blue
And the dreams that you dare to dream / Yes they do, really do come true

Annunci

Informazioni su lois

https://assolocorale.wordpress.com Vedi tutti gli articoli di lois

17 responses to “Letterina a Babbo Natale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: