Modigliani e il suo doppio

Dopo la segnalazione di opere false di Modigliani da parte di Carlo Pepi rinforzata poi da Marc Restellini, seguita dall’apertura di un fascicolo della Procura di Genova, la mostra di genovese anticipa di tre giorni la chiusura ufficiale dopo il sequestro preventivo di 21 opere (non è ancora nota la lista, ma probabilmente apparirà a breve). Continua a leggere


Vivian Maier. Una storia come un romanzo

 

© vivianmaier.com (autoritratto)

Ci sono delle storie che ancor prima di compiersi sono destinate a diventare dei romanzi e la storia di Vivian Maier lo dimostra.

È una vicenda nata nella prima metà del secolo scorso, ma per raccontarla occorre partire dalla fine. Siamo nel 2007, c’è un giovane, John Maloof, nella zona nord di Chicago che diventato presidente di una società di storia locale ha iniziato ad approfondire il passato del suo quartiere, avviando la realizzazione di un libro fotografico di memorie. Continua a leggere


Giovanni Boldini. Ritratto di Franca Florio

La grande tela di Giovanni Boldini, che ritrae Franca Florio simbolo della Belle Époque palermitana, sarà venduto all’incanto il prossimo 30 marzo a Roma, presso la casa d’aste Bonino. Dopo il fallimento della Società Acqua Marcia e dei suoi sei alberghi liberty, inclusa Villa Igiea l’antica dimora dei Florio; anche il dipinto che rese immortale un’icona del tempo sarà alienato con base d’asta di un milione di euro. Continua a leggere


Caravaggio a Brera

caravaggio-tolosa_3

La Giuditta di Tolosa è sbarcata a Brera per un bellissimo incontro tra opere che consentono un raffronto tra un autografo del Caravaggio e alcune copie da lui scaturite. A parte tutte le critiche e le polemiche, l’operazione in se costituisce un precedente importante per una esplicita comparazione dal vivo di capisaldi del Seicento. Continua a leggere


Caravaggio, l’Addolorata e Napoli

maddalena-addolorata-roma

Caravaggio. Maddalena Addolorata (da: I Tesori Nascosti)

Caravaggio è un protagonista assoluto delle mostre, laddove c’è il suo nome, l’affluenza cresce. Dai primi giorni di dicembre e fino a maggio prossimo a Napoli, tra le iniziative (poche) culturali è stata presentata la mostra “I Tesori Nascosti” presso la restaurata basilica di Santa Maria alla Pietrasanta, a cura di Vittorio Sgarbi. Non la chiamate mostra, questo è un vero museo. È un’esposizione per la gloria dell’Italia, per la felicità di Napoli, dice il curatore che ha illustrato con una serie di opere perlopiù inedite (appartenenti a collezioni private, inclusa la sua), un percorso vasto e variegato che segue un ordine più o meno cronologico attraverso una selezione personale di dipinti (e sculture), alcuni dei quali di grande fascino. Tra gli autori dell’intera esposizione figura il nostro Michelangelo Merisi detto il Caravaggio, con una sua tela sconosciuta ai più; Continua a leggere


“La terra di mezzo”

©Robinù, Michele Santoro

©Robinù, Michele Santoro

Per me si va nella città dolente,
per me si va ne l’etterno dolore,
per me si va tra la perduta gente.
(Dante, Inferno, canto III)

Non potrebbe esserci sintesi migliore per descrivere quello che, violento come un pugno nello stomaco, si vede in Robinù, il recente docufilm su Napoli di Michele Santoro. Continua a leggere


I casi della vita

Poco più di venti anni fa, quando il mio estro era maggiormente sostenuto da un tempo lungamente più libero, ho realizzato un piccolo lavoro in tecnica mista, eccolo:

danae Continua a leggere


Sei proprio senza Quorum

costituzione

Roma, Palazzo Giustiniani, 27 dicembre 1947. De Gasperi, De Nicola e Terracini firmano la Costituzione Italiana

Di SI e di NO in questi giorni se ne lanciano a iosa. Di spiegazioni e delucidazioni molto meno. C’è la vecchia guardia, ci sono i rottamatori, gli innovatori, i devastatori, gli ottimisti, i pessimisti, i vecchi volti e quelli nuovi più vecchi dei primi. C’è la tv salotto, c’è la lite domenicale o serale, c’è il massimo del protagonismo e c’è l’oscuramento delle altre parti, ci sono gli inviti a cena e gli anatemi dei blogger. Continua a leggere


The Space Between. Su Marina Abramovic l’arte della performance ed una spiritualità dubbia

abram1

Premettendo che considero la mia, una spiritualità laica e che la mia passione per la Abramović è nata in tempi recenti, The Space Between di recente uscito nelle sale per pochi giorni mi ha lasciato molto perplesso, un po’ annoiato e con due punti chiari sui quali poter ragionare: Continua a leggere